Rapporti con Regione Liguria

Alla ca

Presidente Regione Liguria Giovanni Toti           

                                                                                                           

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Genova, 26 Ottobre 2020

OGGETTO: TAVOLO PERMANENTE DI CONFRONTO SECONDA ONDATA COVID-19

La scrivente OS, chiede, unendosi a gran voce alle OOSS dei medici dipendenti, di costituire un tavolo permanente di confronto per tutta la durata della pandemia Covid-19 correlata, con immediata attivazione dello stesso.

 

L’esclusione dal piano di confronto ravvisa, non solo, un comportamento  antisindacale, ma, e soprattutto, discriminatorio, stante l’attuale disastrosa situazione regionale, a fronte di premi Covid distribuiti ai “superdirigenti”, di cui evidentemente si raccolgono i frutti amari.

 

Premi Covid che i medici convenzionati dell’emergenza territoriale, non hanno tuttora percepito, nonostante le inequivocabili promesse fatte dalla Regione Liguria a due giorni dalle elezioni regionali.

 

Comunichiamo il nostro profondo disagio, di fronte ad ulteriori richieste nei confronti dei sanitari che hanno dato tutto, compresa la vita e che nulla, nemmeno un riconoscimento formale, hanno ottenuto.

 

Medici, dei quali si decide come soldati in guerra, toccando diritti costituzionali senza confronto con le OOSS, senza rispetto e in balia della pura e continua improvvisazione, dove a rimetterci, comunque, rimane sempre e inesorabilmente il paziente.

 

Non è nemmeno immaginabile discutere del prossimo futuro, disastroso (viste le proiezioni statistiche in crescita logaritmica), senza prendere in piena considerazione i 147 medici che lavorano nei DEA, Pronto Soccorso, Punti di Primo Intervento, automediche e centrali operative del Sistema di Emergenza Regionale.

 

Sanitari che, di fatto, tengono in piedi il SSR, visto che sono il primo sbarramento all’overboarding dei reparti ospedalieri e delle terapie intensive.

 

Con questa nostra formale richiesta, credo sia chiaro il quadro del personale che rappresentiamo:

stanco, discriminato e sottopagato, i ranghi stanno per cedere nel punto più nevralgico dell’intero sistema.

 

In attesa di VS prontissima risposta e fattiva dimostrazione di collaborazione, porgiamo distinti saluti.

 

 

 ll Direttivo Regionale

                                                                                 

 FIMMG-EST Liguria

Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici necessari alla navigazione. Per sapere di piu' sul loro funzionamento e la loro disabilitazione, leggi l'informativa privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.